Video. I Tg nazionali si accorgono di Napoli, ora che ne parla tutto il mondo

tg

Napoli negli ultimi tempi sta registrando numeri di visitatori da brividi, basta un ponte o un giorno di festa per capitalizzare un boom di turisti.

L’ultima novità è stata rappresentata da N’Albero, che ha portato Napoli sulla bocca di tutto il mondo, tutti affascinati da quest’ammasso di ferraglia che deturpa il bellissimo lungomare, come l’hanno definito i più polemici. Ma non solo, una città quella partenopea che è stata caratterizzata sempre da due facce della stessa medaglia: una zona turistica, in vetrina e sotto i riflettori e una più abbandonata, da tenere nascosta. Ed è proprio quella parte da sempre celata al mondo e conosciuta solo per i tristi fatti di cronaca che oggi sta cercando di riscattarsi, grazie ad associazioni e ad una parte dei cittadini che vuole cambiarne il volto e il futuro.

In questo mare magnum di entusiasmo collettivo che coinvolge anche e soprattutto i mass media, i Tg nazionali hanno dedicato più di un servizio a Napoli e questa volta non per parlare di spazzatura e nemmeno di stese di camorra, ma di strade invase da turisti entusiasti della loro scelta e sicuri di volerci ritornare.

E’ stato così pochi giorni fa al Tg5 per un servizio su N’Albero e ieri sera al Tg1, che ha intervistato il sindaco Luigi De Magistris e l’artista Mimmo Palladino, evidenziando la differenza e allo stesso tempo la voglia di rinascita delle due zone di Napoli, con i due alberi principali: quello sul lungomare e quello luminoso dei Quartieri Spagnoli (Per vederlo, clicca qui dal minuto 33).

Così l’attenzione negli ultimi tempi pare si sia spostata dalle altre città italiane, da sempre considerate capitali del lusso e dell’economia a Napoli, oggi forse la vera capitale turistica d’Italia. Un “insolito” interesse da parte dei media nazionali, solo ora, che di Napoli se ne parla in tutto il mondo.

Potrebbe anche interessarti