I Bastardi di Pizzofalcone, parla Chanel: «Ricordo un grande gesto di Gassman»

 

Foto di: Esselle – Luisa Nenna e Salvatore Mastroberti

La fiction in onda in queste settimane su Rai Uno, “I Bastardi di Pizzofalcone”, sta riscuotendo un notevole successo con quasi 7 milioni di telespettatori a puntata. Un trionfo anche social, poiché sono tanti i telespettatori che sui social networks commentano la fiction e tutto ciò che la riguarda. Una grande vetrina per Napoli che ne esce sicuramente vincente. Un grande cast con attori di fama. Ogni singola puntata è inoltre impreziosita da new entry di grande prestigio: attori di teatro, cinema e televisione che hanno fatto la storia dello spettacolo.

I Bastardi di Pizzofalcone, è una fiction che dà spazio anche a personaggi interpretati da giovani promesse del cinema, le quali hanno alle spalle una lunga gavetta, fatta di sacrifici, corsi di recitazione e piccoli ruoli, il tutto per coltivare la passione per la recitazione. È il caso dell’attrice che vi vogliamo presentare: lei è Marika Costabile, originaria di Torre del Greco, e nella fiction interpreta il ruolo di Chanel, la vicina di casa dell’ispettore Lojacono (Alessandro Gassmann) che la sera, quando l’ispettore torna a casa e vuole riposare stanco del lavoro al commissariato, le lo assilla con la musica ad alto volume: sì, perché “Chanel” ama ascoltare le canzoni dei cantanti “neomelodici”.

Incontro Marika in maniera informale al tavolino di un bar nel centro storico di Torre del Greco. Ci conosciamo già da tempo; mi parla della fiction, del suo ruolo e delle sue emozioni nel lavorare con attori di quel calibro. L’attrice torrese ha alle spalle una lunga gavetta, fatta di formazione presso scuole di recitazione. Infatti ha frequentato la Scuola di recitazione, canto e danza “La Bazzarra”, la Scuola “Cinema Fiction”, la scuola di Teatro Napoletano “Dell’ART” e la scuola “La Ribalta”.

Nel 2015 si è diplomata all’Accademia Artisti di Roma. Ha preso parte a due stage con i casting director Marita D’Elia e Maurizio D’Ecclesiis, uno stage con Fioretta Mari e uno stage con la casting director Adriana Sabbatini. Non solo formazione ma anche piccoli ruoli a teatro e in televisione, prendendo parte anche a fiction RAI come “UN POSTO AL SOLE” e nel 2015 con la compagnia “GLI IPOCRITI” ho preso parte allo spettacolo “Comico in…canto” con e di Ernesto Lama. Nel 2016 ha preso parte ad una puntata della web serie “ SEX SINGLE” con la regia di Ennio Coltorti.

Com’è stato lavorare per una grande produzione Rai, accanto ad attori come Gassman?
È stato un susseguirsi di emozioni. Ricorderò sempre il primo giorno di set… la mia paura, le mia emozioni e la stretta di mano, calda e rassicurante, di Gassman. Un grande attore senza alcun dubbio e sopratutto un grande uomo sempre disponibile. In realtà posso dire che eravamo come una grande famiglia e come in ogni famiglia c’erano il sereno e la tempesta!

La fiction sta riscuotendo un grande successo. Cosa ci dici in merito e quali sono le tue sensazioni?
Oltre 6 milioni di telespettatori a puntata, davvero una soddisfazione. Oltre al cast eccezionale e alla indiscussa bravura del regista credo che il merito sia di Maurizio de Giovanni. Lui che nei suoi romanzi fa trasparire tutto l’amore che prova per Napoli. Da sempre sono una sua accanita lettrice e per questo sapevo che avendo alla base dei romanzi così forti la fiction non poteva che essere un successo.

Ci parli un po’ del tuo personaggio?
Il mio personaggio è Chanel, una diciassettenne napoletana verace e amante della musica partenopea. Mi sono molto divertita ad interpretare questo ruolo perché davvero distante da me. In giro per internet ho letto che qualcuno, forse poco attento e superficiale, ha etichettato Chanel usando in modo dispregiativo l’appellativo “vrenzola”, ma non è così, lei è una delle mille sfumature di colore della nostra Napoli. Mi è dispiaciuto non aver interpretato un ruolo nato dalla penna di Maurizio de Giovanni, ma non per questo meno emozionante, ed il merito è di Silvia Napolitano e Francesca Panzarella.

C’è un aneddoto particolare che ricorderai per sempre legato a uno degli attori?
Si! C’è una cosa che non potrò mai dimenticare: era l’ultimo giorno di set e venne a piovere, cosa che non era prevista. Sul set non c’erano molti ombrelli e quelli presenti li avevano già distribuiti. Alla fine rimase un solo ombrello e c’eravamo io e Gassmann. Ricordo che Gassmann disse agli assistenti: «Coprite Marika, io mi riparo da solo dalla pioggia». Ecco, per me quello è stato un gesto di grande umiltà di Alessandro Gassmann e soprattutto un gesto da vero gentiluomo.

Come e quando ti è nata la passione per la recitazione?
In realtà non lo so. Ho iniziato a frequentare la prima scuola di recitazione all’età di 6 anni. Credo che la passione della recitazione sia nata con me. Mi piace pensare che sia stata lei a scegliere me!

Quali sono i progetti futuri?
Attualmente sono impegna sul set della serie “Mille Culure” nata da un’idea del regista Luciano Filangieri e scritta da Luca Delgado. Spero di poter parlare molto presto dei miei progetti futuri, per ora diciamo che sono… scaramantica!

Potrebbe anche interessarti