Il maestro Beppe Vessicchio non andrà a Sanremo. Le motivazioni

Il maestro Beppe Vessicchio napoletano di origine, simbolo del Festival di Sanremo non prenderà parte alla prossima edizione del festival della canzone italiana. Personaggio amato anche sui social, l’anno scorso, infatti, durante la prima serata dell’evento canoro sui social crearono l’hashtag #usciteVessicchio perchè dopo tanti cantanti non era comparso il noto maestro come direttore. L’hashtag divenne virale e si rivelò fondamentale visto che poi durate la seconda serata apparve il maestro per dirigere Patty Pravo.

Intervistato da Blogo, il maestro Vessicchio ha dichiarato: “Confermo che non sarò presente al Festival come direttore per le canzoni in gara. Mi dedicherò alla presentazione del primo libro che ho scritto”. Il primo festival di Vessicchio come direttore d’orchestra risale al 1990, da allora sole solo 3/4 edizioni non hanno avuto la sua presenza. Il maestro partecipò anche nel 1985 quando l’orchestra ancora non c’era, vi partecipò come arrangiatore di Zucchero per il brano Canzone triste.

In un’intervista a Il Giornale Off, il maestro ha dichiarato sul Festival: È un programma televisivo: è gestito dalla tivù, si parla degli ascolti e di quanto è seguito e basta. Trattandolo così è logico che diventi sensibile a ciò che la televisione ha già reso prezioso. Ma è innegabile che musicalmente, negli ultimi dieci anni, Sanremo non ha lasciato nessun segnale forte nel mondo della discografia. Il Festival targato Carlo Conti, Maria De Filippi e Maurizio Crozza dovrà fare a meno di uno dei personaggi più noti e amati dal pubblico televisivo. Quindi quest’anno non sentiremo la tanto attesa frase “Dirige l’orchestra il maestro Beppe Vessicchio”

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più