Il Sud omertoso è una bufala: al Nord si denuncia di meno, Mezzogiorno come l’Europa

Napoli. Napoli nel 2016 ha registrato più crimini rispetto all’anno precedente, ma si è dimostrata anche più coraggiosa: aumentano gli omicidi, i furti, le rapine e le stese ma aumentano anche gli arresti e le denunce. E’ un ritratto in chiaroscuro quello che emerge leggendo gli ultimi dati sull’allarme criminalità in città. Secondo i numeri diffusi dal presidente della Corte di Appello di Napoli, Giuseppe De Carolis, nell’ultimo anno ci sono stati più omicidi: 77 assassinii mentre nel 2015 sono stati 44. Crescono, anche se di poco, anche le rapine passate da 6056 a 6342 e l’usura, con 40 casi rispetto ai 25 dello scorso anno.

Ma una buona notizia c’è e lo rivela un’indagine svolta dall’Università Suor Orsola Benincasa: i napoletani denunciano di più dei cittadini del Nord Italia. Del totale dei reati denunciati in Italia, il 50% è avvenuto al Nord, il 22% al Centro e il 28% al Sud. Quanto alle denunce: le estorsioni denunciate sono oltre 8mila, 39% al Nord, il 18% al Centro e il 43% al Sud. La media delle denunce nel Meridione è in linea con i dati europee e questo sconfessa il falso mito dell’omertà al Sud Italia, così come quello di un Nord meno omertoso. Si denuncia di più al Sud anche per racket e omicidi, ma è anche più alto il numero dei casi risolti dalle forze dell’ordine.

Potrebbe anche interessarti