Maturità 2017: le materie della seconda prova scritta istituto per istituto

esame di maturitàIl Ministro dell’istruzione Valeria Fedeli tramite un video su Facebook ha annunciato oggi le materie per la seconda prova scritta per l’esame di maturità 2017.

Il ministro ha precisato che come ogni anno la scelta delle materie ha tenuto conto del percorso scolastico che gli studenti hanno affrontato durante il percorso formativo. Già nella serata di ieri era iniziata la ricerca alle materie della seconda prova. La prima prova: il tema di italiano, è la stessa per tutti gli studenti, la seconda prova scritta cambia a seconda dell’indirizzo. Va detto che questo è l’ultimo anno in cui la maturità viene sostenuta con le vecchie regole, perché dal 2018 si avrà l’esame riformato. Le prove scritte per gli esami di maturità si terranno tra mercoledì 21 giugno e lunedì 26. Le prove saranno: Prima prova, il tema; Seconda prova, le materie sopraelencate; Terza prova il quizzone. Per gli esami orali il discorso è differente, perchè le date, vengono decise singolarmente dagli istituti.

Il Ministro Valeria Fedeli ha fatto sapere che la Nuova maturità non sarà più facile, e ritiene inoltre che una sola insufficienza non è motivo per non essere ammessi è un modo di osservare e valutare meglio, in modo più attento e approfondito. Il Ministro ha poi che quello che cambierà sarà il processo di valutazione. La Fedeli ha poi parlato della riduzione delle due prove, e che la seconda prova potrà essere multidisciplinare. Il ministro ritiene che l’esame avrà una modalità più semplice ma questo non vuol dire che sarà più facile. Ha concluso il suo discorso dicendo che parlare di 6 politico è sbagliato, e che si vuole invece valutare il curriculum formativo degli studenti come avviene anche in altri Paesi europei. Il ministro ha poi augurato a tutti gli studenti di superare l’esame, invitandoli alla concentrazione allo studio per superare nel migliore dei modi la Maturità.

Di seguito le materie istituto per istituto per la seconda prova:

PER I LICEI: Latino al Liceo classico; Matematica al Liceo scientifico; Matematica al Liceo scientifico – opzione Scienze Applicate; Lingua straniera L1 al Liceo linguistico; Scienze umane al Liceo delle scienze umane; Diritto ed economia politica al Liceo delle scienze umane – opzione Economico sociale; Discipline artistiche e progettuali, caratterizzanti l’indirizzo di studi nel Liceo artistico; Teoria, analisi e composizione al Liceo musicale; Tecniche della danza al Liceo coreutico.

PER GLI ISTITUTI TECNICI: Economia aziendale per l’indirizzo Amministrazione, Finanza e Marketing; Discipline turistiche e aziendali per il Turismo; Impianti energetici, disegno e progettazione per l’indirizzo Meccanica, Meccatronica ed Energia – articolazione Energia; Struttura, costruzione, sistemi impianti del mezzo per l’indirizzo Trasporti e Logistica; Topografia per l’indirizzo Costruzioni, Ambiente e Territorio.

PER GLI ISTITUTI PROFESSIONALI: Scienza e cultura dell’alimentazione per l’indirizzo Servizi enogastronomia e ospitalità alberghiera – articolazione Enogastronomia; Tecniche professionali dei servizi commerciali per l’indirizzo Servizi commerciali; Tecniche di produzione e di organizzazione nell’indirizzo Produzioni industriali e artigianali – articolazione Industria; Linguaggi e tecniche della progettazione e comunicazione audiovisiva per l’indirizzo Produzioni industriali e artigianali – articolazione Industria, opzione Produzioni audiovisive.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più