Terra dei Fuochi, 8 bambini morti in 20 giorni: “Il più piccolo aveva 7 mesi”

Otto bambini morti negli ultimi venti giorni nella Terra dei Fuochi. A dare l’allarme è stato il Comitato delle mamme “Vittime della Terra dei Fuochi”, che ieri davanti alla Prefettura di Napoli ha manifestato e urlato tutta la sua rabbia. Nel palazzo di governo c’era Claudio De Vincenti, ministro del Mezzogiorno, per presiedere una riunione su Bagnoli.

Dal Comitato parole, urla e striscioni durissimi: “Non riposeranno mai in pace. Per loro non c’è giustizia. Il più piccolo di 7 mesi, il più grande di 11 anni”.

Per il momento i dati ufficiali non confermano né smentiscono quanto sostiene il Comitato. Come riporta La Repubblica, il direttore di Oncoematologia del Santobono-Pausilipon (riferimento pediatrico del Sud) ha rivelato che “i morti dal primo dicembre 2016 a oggi sono 5. E l’incidenza è in linea con quella degli anni scorsi”.

I bambini sarebbero morti tutti per tumori che solitamente colpiscono gli adulti. Da qui i dubbi delle mamme del Comitato e l’accusa alla Terra dei Fuochi.

LEGGI ANCHE
Rifiuti radioattivi nel Salento: il Sud, la pattumiera del mondo intero

Potrebbe anche interessarti