Bufera sulla Rai: “Le donne dell’Est migliori, non frignano e fanno comandare l’uomo”

Bufera su Parliamone Sabato, programma di Rai Uno condotto da Paola Perego: nell’ultima puntata dello show – una rubrica della Vita in diretta – si parla delle donne dell’Est e del loro fascino. Stando a quanto detto in trasmissione dalla conduttrice e dagli ospiti, sono sei i motivi per i quali gli italiani preferiscono fidanzate dell’Est Europa. Tra le ragioni del boom delle straniere c’è il fatto che “perdonano il tradimento, sono disposte a far comandare il loro uomo, sono casalinghe perfette, non frignano, dopo aver partorito recuperano un fisico marmoreo e sono sempre sexy, niente tute o pigiamoni”.

I social si ribellano alla squallida immagine femminile promossa dal varietà di Paola Perego, con la complicità di ospiti decisamente misogini come Fabio Testi e Roberto Alessi che riducono le donne, dell’Est Europa come del resto del vecchio continente, a fornelli, intimo sexy e devozione assoluta ai mariti.

Parliamone Sabato suggerisce chiaramente l’idea che esistano due tipi di donna: un genere, da preferire per genetica e comportamento, disposto a tutto per accaparrarsi un marito e le italiane che “si appiccano e mettono il broncio”.

La Rai è costretta a clamorose scuse pubbliche. “Non ho visto la puntata, lo sto scoprendo dai siti – dice la presidente Monica MaggioniQuello che vedo è una rappresentazione surreale dell’Italia del 2017: se poi questo tipo di rappresentazione viene fatta sul servizio pubblico è un errore folle, inaccettabile. Personalmente mi sento coinvolta in quanto donna, mi scuso”.

Anche il direttore di Rai Uno, Andrea Fabiano, chiede venia su Twitter. “Gli errori vanno riconosciuti sempre, senza se e senza ma. Chiedo scusa a tutti per quanto visto e sentito a #Parliamonesabato”.

Ma per la rete non basta: a che serve festeggiare l’8 marzo e fare le leggi su quote rosa e femminicidio se in una diretta nazionale di una rete, peraltro, del servizio pubblico si mortifica l’intera categoria? Siamo nel 2017 eppure le donne sono ancora serve dei loro partner, corpi senza anima, oggetti da possedere.

Per il servizio clicca qui (dal minuto 6 circa)!

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più