Ok al ddl Falanga sugli abusi edilizi, in Campania salvi 70mila abusivisti

abbattimenti Torre del Greco

Approvato il ddl Falanga, il disegno di legge salva-case preparato dal senatore di Torre Annunziata, Ciro Falanga: il resto è passato al Senato con 142 si, 51 no, 7 astenuti e le proteste degli ambientalisti.

La legge, semmai passasse anche alla Camera, consente di salvare le case abusive per il caso in cui siano abitate. Cambiano i criteri pere le demolizioni, non più in ordine cronologico ma di importanza, prima gli abusi in zona con vincolo idrogeologico, poi su area demaniale, poi quelli con impatto ambientale, occupati dalla criminalità organizzata ed infine quelli di necessità dove cioè vivono persone prive di altra collocazione familiare.

I dati del fenomeno in Campania sono davvero drammatici: nella nostra regione ci sono 70mila sentenze di demolizione in procinto di essere eseguite, in particolare 400 di queste sono passate in giudicato.
Il 18% dei casi in Campania si trova tra le province di Napoli, Salerno e Avellino. I procedimenti per abusivismo edilizio in corso sono 400mila: mediamente i tempi si aggirano tra i 6 e gli 8 anni, necessari per ottenere una sentenza.
Per ogni abbattimento si spendono 30mila euro, un piccolo tesoretto che i proprietari abusivisti devono sborsare o che i Comuni devono anticipare, rivalendosi poi sui responsabili degli abusi.

Potrebbe anche interessarti