Sesso orale in piazza, fermata la ragazza del video. I centri sociali: “È un abuso”

Svolta sul caso dello scandalo a luci rosse in piazza San Domenico a Napoli: è stata fermata la ragazza protagonista della scena e dei video di sesso orale in piazza San Domenico. Ieri sera, sempre nella piazza diventata set di un film porno, la polizia si è fatta largo tra i ragazzi e ha individuato la giovane e il suo compagno di video hot: formalmente, i due sono stati fermati per un controllo dei documenti.

Ma alla fine lei è stata portata in commissariato in un’auto della polizia: allo stato attuale non si sa se stiano stati adottati ufficialmente dei provvedimenti nei suoi confronti.

In difesa della giovane sono scesi gli attivisti dell’Ex OPG Occupato Je so’ pazzo, secondo cui sarebbero stati usati modi troppo bruschi e plateali: “Non c’è alcun motivo per cui i ragazzi sono bloccati da mezz’ora e per cui si richiede l’intervento di due volanti: abbiamo chiesto spiegazioni e iniziato a riprendere la scena. La polizia innervosita ci ha tolto il telefono dalle mani intimandoci di lasciare i documenti e di andarcene.

“Noi, e tanti altri cittadini, semplicemente chiedevamo una motivazione plausibile visto che a Napoli, cento metri più giù dalla piazza, si spara. È un abuso bello e buono, ma sono queste le priorità della città? È questa la maniera di “gestire” i territori che hanno in mente le autorità?”.

Potrebbe anche interessarti