Il mastino napoletano Martha è il cane più brutto del mondo: era la razza dei Borbone

Martha, un mastino napoletano di 3 anni, da 56 chili di peso, è il cane più brutto del mondo: la molossoide si è aggiudicata un concorso a Petaluma in California facendo vincere alla sua proprietaria Shirley Zindler un premio da 1500 dollari e una vacanza a New York. Martha è cieca, da qui la davvero particolare forma degli occhi, ma è un amore di cane, assicura Shirley, affettuosa, docile e di grandissima compagnia.

I mastini napoletani, la razza alla quale appartiene Martha, erano i preferiti dei Borbone. Durante il regno borbonico erano conosciuti come “Cane ‘e presa”, furono utilizzato come cane da guardia e successivamente, durante l’epoca del brigantaggio, furono impiegati come soldati contro l’esercito sabaudo. Hanno una potenza mascellare di circa 80 kg. Rischiata l’estinzione agli inizi del XX secolo, la razza fu riscoperta durante il secondo dopoguerra nelle campagne napoletane ed avellinesi, dalle quali è scaturito l’attuale nome di mastino napoletano.

Potrebbe anche interessarti