Il ministro Galletti: “Incendi sul Vesuvio? Se sono dolosi, in carcere per 15 anni”

E’ un’emergenza senza fine quella che sta colpendo il Vesuvio e i residenti delle zone che da ore bruciano senza sosta. Un’emergenza con molta probabilità di origine dolosa, per cui non sarà sufficiente domarla ma bisogna evitarla per il futuro. Come? Punendo i piromani che stanno distruggendo chilometri e chilometri di natura.

Anche il ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti, chiede il pugno duro per i colpevoli: “Perseguiremo i piromani con la massima determinazione, è un reato punito con 15 anni e se qualcuno ha incendiato il Vesuvio lo voglio vedere in carcere per 15 anni”, ha detto intervenendo all’Assemblea annuale dell’Associazione nazionale dei Consorzi di bonifica.

“Ancora non so dire se l’incendio sul Vesuvio sia doloso o meno – ha precisato – mi sembra solo strano che ne partano tre diversi nella stessa zona; la magistratura comunque farà il suo corso”.

Oggi il ministro è atteso in Campania.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più