Omicidio Ruggiero, Heven Grimaldi indagata per favoreggiamento

Sono arrivate, nella giornata di ieri, due importanti novità nel caso dell’omicidio di Vincenzo Ruggiero. La prima è il ritrovamento di altri resti del corpo del ragazzo (la mano sinistra e alcune dita) nel box di Ponticelli, dove è stato nascosto dopo essere stato ucciso e fatto a pezzi da Ciro Guarente.

La seconda, riporta Cronache della Campania, è l’iscrizione di Heven Grimaldi, coinquilina del 25enne ed ex di Guarente, nel registro degli indagati per favoreggiamento. La donna è stata interrogata ieri per 5 ore, alla presenza del suo avvocato, e ha dovuto spiegare come mai non si sia accorta di niente una volta rientrata nell’appartamento dove Vincenzo è stato ucciso e martoriato. Ovviamente, il fatto che la Grimaldi sia tra gli indagati non la rende colpevole di nulla, saranno le indagini ed eventualmente un processo a chiarire la sua posizione e le sue eventuali responsabilità.

Intanto, la Procura di Napoli Nord dovrà decidere le sorti del presunto complice di Guarente, un uomo a cui il 35enne avrebbe chiesto aiuto per disfarsi del cadavere.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più