Medici in ferie, ospedali napoletani al collasso: caos di Ferragosto per i malati

medico

I medici di famiglia vanno in ferie, i pazienti non si fidano dei medici sostituti e si rivolgono in massa ai pronto soccorso, ingolfando così gli ospedali napoletani a cavallo del 15 agosto. Si annuncia un Ferragosto di passione per i pazienti e i malati di Napoli e provincia, alle prese con l’emergenza sanità.

Il problema ruota intorno ai medici di famiglia e agli specialisti ambulatoriali che hanno programmato le vacanze in queste ore. Chi ha necessità di rivolgersi al proprio dottore, sceglie di andare direttamente in pronto soccorso. A loro volta le strutture di emergenza deviano i pazienti verso l’ospedale Cardarelli che, evidentemente, è arrivato al collasso.

L’emergenza all’ospedale Cardarelli

Al Cardarelli in tutto il mese di agosto sono stati registrati accessi record al pronto soccorso: nelle 24 ore, come riportato dal quotidiano Il Mattino, sono stati contati circa 350 ricoveri di altrettanti pazienti rispetto a una media stagionale di 250 accessi.

La situazione negli altri ospedali

Emergenza ricoveri anche negli altri ospedali napoletani come il Loreto Mare, al San Giovanni Bosco, il San Paolo, il Vecchio Pellegrini. In provincia di Napoli sovraffollati anche le strutture ospedaliere di Nola, Castellammare di Stabia e Pozzuoli.

Potrebbe anche interessarti