Scavi di Pompei, salta il sistema di illuminazione: visita interrotta e turisti infuriati

Che la Campania stia attraversando uno dei momenti più positivi per quanto riguarda il turismo è sotto gli occhi di tutti. Anche per il lungo ponte di ferragosto, le più importanti città campane hanno visto lunghe file di turisti per accedere ai musei e siti di interesse culturale. Un afflusso costante di visitatori, in crescita esponenziale.

Può capitare, però, che non sempre tutto funzioni alla perfezione. E’ il caso degli Scavi di Pompei, che hanno recentemente visto l’installazione di un nuovo sistema di illuminazione. E’ dal mese di luglio, infatti, che il secondo sito archeologico più visitato d’Italia offre ai turisti la possibilità di accedervi anche di notte.

Percorsi in notturna che rendono gli scavi ancora più belli ed emozionanti da vedere. Durante l’ultima notte archeologica di Pompei (in programma ieri, giovedì 17 agosto) però, la passeggiata tra gli scavi si è rivelata un autentico flop.

Si è verificata infatti un’interruzione dell’elettricità, non causata da un guasto all’impianto di illuminazione, bensì da un problema alla cabina di alimentazione. L’impossibilità di ripristino immediato ha reso necessario l’annullamento dei percorsi. Non compromessi dal guasto, invece, gli impianti di emergenza che sono muniti di speciali dispositivi di protezione.

Inevitabili le proteste dei turisti che si trovavano all’interno del sito archeologico, che hanno dovuto, loro malgrado, rinunciare allo spettacolo. La Direzione del Parco Archeologico fa sapere che i visitatori che avevano acquistato i biglietti hanno avuto il rimborso totale del costo degli stessi.

Si rende noto inoltre che sia le passeggiate previste agli Scavi di Pompei questa sera, nell’ambito del progetto di valorizzazione 2017 del MIBACT, che gli ultimi due appuntamenti della settimana prossima (22 e 24 agosto) con “Una notte a Pompei”, non subiranno modifiche.

Potrebbe anche interessarti