Tragedia Torre Annunziata, continuano i rilievi: ecco cosa avrebbe provocato il crollo

Continuano i rilievi a Torre Annunziata, sul luogo del crollo della palazzina che ha causato, lo scorso 7 luglio, la morte di 8 persone. Ieri l’ennesimo sopralluogo di tecnici e periti ha permesso il prosieguo della messa in sicurezza e le “operazioni irripetibili” sulle macerie e sul perimetro murario dell’edificio.

Dopo le analisi, riporta Cronache della Campania, è filtrata una prima ipotesi tecnico-investigativa sulla causa del crollo: il palazzo sarebbe franato per la rimozione di una sua trave portante.

Alla ricostruzione della tragedia, alle sue cause e alla ricerca degli eventuali responsabili, stanno lavorando i periti Augenti e Prota, nominati dai sostituti procuratori Ambrosino e Pavia della Procura di Torre Annunziata, che coordinano le indagini insieme al procuratore Pennasilico e all’aggiunto Filippelli.

Ricordiamo che al momento sono 13 le persone iscritte nel registro degli indagati per disastro colposo e omicidio plurimo.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più