Classico, lo stile che rievoca il passato con eleganza e raffinatezza

Protagonista, questa settimana, del nostro consueto appuntamento sugli stili di arredamento è lo stile classico. Ci siamo avvalsi, ancora una volta, della consulenza di Domenico Moscatiello, esperto del settore interior e CEO di Ristrutturazione Garantita, il quale ci ha illustrato quali sono le principali caratteristiche di questo stile.

Lo stile classico è in netta contrapposizione con gli stili moderni, semplici ed essenziali. Si può dire, a ragione, che questi stili abbiano trovato un nutrito gruppo di appassionati, a discapito proprio dello stile classico, che può contare su una clientela più di nicchia.

Nonostante ciò, non mancano, ovviamente, molti appartamenti arredati con questo stile, che alimenta il gusto per i materiali, le forme ed i colori che richiamano alla tradizione ed all’artigianato: “Lo stile classico è senza dubbio lo stile più elegante in assoluto – spiega Domenico Moscatiello – rievoca il passato e abbraccia ciò che per molti sembra obsoleto“. Ed è per questo che risulta impossibile stabilire con precisione una data di nascita per questo stile.

Lo stile classico si caratterizza per l’utilizzo di complementi d’arredo del passato, ricercando due qualità essenziali: bellezza e sfarzosità: “Una casa in stile classico – spiega Domenico Moscatiello – si caratterizza per l’utilizzo di marmo, massello di noce, boiserie, arazzi e grosse tappezzerie. In assoluto predominano materiali solidi, raffinati, importanti. Si sceglie lo stile classico per via dei ricordi e delle tradizioni che solo questo genere di arredamento riesce a garantire“.

Lo stile classico si lascia guidare dal rigore di alcune regole. L’arredamento classico, proprio per il suo essere uno stile senza tempo, è rimasto quasi totalmente immutato: “Il rigore – spiega l’esperto – caratterizza lo stile arredamento, che deve essere omogeneo in tutte le stanze, arredate con mobili di antiquariato o elementi di nuova fattura che, grazie ai dettagli, riportano allo stile retrò da sempre legato alla tradizione dei grandi casati nobiliari“. Proprio per questo criterio di omogeneità è consigliabile acquistare i mobili della stessa serie o con linee simili affinché possano essere tutti coordinati.

Attenzione alla scelta dei colori. L’esperto consiglia l’utilizzo di decorazioni dalle forme arrotondate ed arzigogolate che possano risplendere tra il bianco ed il crema delle pareti. I colori predominanti sono il beige, lo champagne, color legno, avorio. Gli accessori ed i tessuti sono i protagonisti degli spazi: “I grandi tappeti e i poderosi drappeggi – spiega Domenico Moscatiello – diventano i veri padroni di casa attraverso l’utilizzo di colori intensi come il blu e il rosso o luminosi come l’argento e l’oro. Tra le fantasie dei tessuti, è interessante notare come sia prediletto il genere floreale come i decori floreali settecenteschi, le grandi righe e anche i tessuti damascati“.

Non passano in secondo piano candelabri, soprammobili e grandi specchi, con cornici dorate che caratterizzano gli ambienti donando luce e profondità agli spazi. In soggiorno non possono mancare eleganti cristalliere, ricolme di raffinati servizi da tè di ceramiche pregiate, zuppiere e calici di cristallo.

Se volete conoscere in maniera più approfondita l’azienda Ristrutturazione Garantita, azienda specializzata nella realizzazione di interni, ed il CEO Domenico Moscatiello, vi rimandiamo ai seguenti contatti.

Sito Web  

Pagina Facebook

Canale Youtube

 

Se volete info sul CEO, Domenico Moscatiello, questi i suoi riferimenti:

Libro “Ristrutturare è un incubo – Se non sai come farlo”

Pagina FB

Potrebbe anche interessarti