Gioco d’azzardo: la Campania eliminina 11mila slot machine

Al via la riforma del settore del gioco d’azzardo: grazie a un emendamento che dà alle Regioni il potere per combattere davvero la ludopatia e il gioco patologico, entro il 2018 slot machine dovranno essere tagliate del 35%, passando da oltre 400mila macchinette a poco più di 250mila. Inoltre si prevede la rottamazione di 100mila dispositivi. L’inchiesta è condotta dal quotidiano Il Mattino.

Cambieranno le regole per ottenere i permessi del gioco d’azzardo: serviranno accesso selettivo ai centro dove si pratica il gioco d’azzardo, l’identificazione di ogni singolo cliente, la videosorveglianza e addetti alla lotta contro l’azzardo patologico con formazione specifica in materia.

I numeri in Campania

In Campania ci sono 537 sale da gioco, 4505 videolottery e 32mila slot machine. A Napoli sono addirittura 15mila i punti di gioco d’azzardo, a Salerno 8mila unità, a Caserta 6600 e ad Avellino 3mila. Gli apparecchi mangiasoldi che devono scomparire entro l’anno prossimo saranno circa 11mila, di cui 5mila soltanto a Napoli.

I numeri in Italia

Il business in Italia conta 400mila slot machine e genera un volume di affari di 95 miliardi, stando ai dati forniti nella Conferenza unificata straordinaria dal sottosegretario all’Economia con delega ai giochi, Pierpaolo Baretta.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più