I prodotti della Terra dei Fuochi sono sani: lo dice la Global Gap

Terra dei Fuochi

Non c’è nulla da temere,i prodotti della Terra dei Fuochi non sono avvelenati: parola della Global Gap, una delle principali organizzazioni mondiali in tema di certificazione. L’organizzazione ha effettuato una lunga serie di controlli su alcuni campioni inviati da svariati operatori indipendenti provenienti dal Nord Italia, quindi assolutamente estranei alla questione.

Dall’analisi dei prodotti agricoli è emersa la totale assenza di mercurio e bassi livelli di diossine, cadmio, piombo, al di sotto degli standard fissati dall’Unione Europea. Tra le varie coltivazioni anche la rucola di Caivano coltivata su un terreno sequestrato per sospetto avvelenamento della falda acquifera e con estrema sorpresa è emersa la totale assenza di agenti pericolosi per la salute.

 

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più