Un’amica di Alessandra: “Diceva di essere viva per miracolo. Lui era aggressivo”

Ieri il gip ha convalidato l’arresto di Giuseppe Varriale, il 24enne accusato dell’omicidio di Alessandra Madonna, sua ex fidanzata. E mentre Melito si prepara all’ultimo saluto ad Ale, oggi si terrà l’autopsia sul corpo che chiarirà gli ultimi dubbi sul decesso. Intanto, dai social, arriva la testimonianza di un’amica della ragazza, che getta altre ombre sulla posizione di Giuseppe.

“Mi dicesti che avevate convissuto a Roma per diversi mesi, che lui era molto geloso, opprimente – scrive Raffaella -. Molte volte arrogante e spesso aggressivo, ragioni per cui un giorno decidesti di lasciarlo. Mi hai raccontato di alcuni vostri litigi da cui, stesso tu dicesti di esserne uscita viva per miracolo. Mi hai detto che stavi male, che nonostante fosse passato un po’ di tempo da quando ti eri allontanata da lui, non riuscivi a ricrearti altre storie, altre relazioni. Poi io ti parlai della mia storia, che era molto simile alla tua e ricordo perfettamente quando alla fine del mio racconto, ci guardammo e insieme dicemmo: “Meglio che sia finita… Ci siamo salvate!”.

Un post lungo e sofferto, quello dell’amica di Alessandra, che ha scatenato polemiche e commenti sui social. Il tribunale del web, infatti, si divide in due: c’è chi attacca Giuseppe e chi lo difende. Ma sarà la giustizia a stabilire le colpe del ragazzo.

IL POST

Potrebbe anche interessarti