Lacrime e palloncini bianchi per l’ultimo saluto ad Alessandra: “Non doveva morire”

Lacrime, dolore e tanti palloncini bianchi ai funerali di Alessandra Madonna, la 24enne spirata dopo essere stata trascinata dall’auto dell’ex fidanzato. Stamattina, nella Chiesa Madre di Melito, si sono radunati parenti, amici, conoscenti e semplici cittadini, accorsi per dare l’ultimo saluto alla giovane morta in circostanze assurde.

Sul sagrato della parrocchia tante magliette bianche con il volto di Ale, decine le corone sui muri perimetrali della chiesa. Prima di giungere al tempio religioso, la salma ha sostato davanti alla palazzina dove abitava la ragazza e dove ogni giorno conduceva la sua normale vita da 24enne.

Tanti i suoi colleghi di lavoro e di danza presenti alla funzione funebre, e tutti l’hanno ricordata con affetto. Alessandra era una ballerina, spesso svolgeva beneficenza negli ospedali, amava trasmettere vita. E’ andata via prematuramente e resta da chiarire bene come e perché .

L’autopsia ha svelato i primi particolari sul decesso, il suo ex fidanzato, accusato ora di omicidio volontario, è ancora ai domiciliari.

Potrebbe anche interessarti