De Luca sul referendum: “Io sono davanti ai nostri amici lombardi e veneti”

Vincenzo De Luca

Vince il si. E’ stato questo l’esito del Referendum in cui la Lombardia e il Veneto chiedevano maggiore autonomia dallo Stato per la gestione regionale di diverse risorse finanziarie. Una svolta che potrebbe rilanciare le due regione del nord, avendo ora pieni diritti e meno vincoli nella gestione delle finanze così da poter investire più risorse in ambiti sociali da rivalutare e potenziare.

Anche Vincenzo De Luca, presidente della Regione Campania si è espresso a ilmattino su questo argomento, sottolineando quanto anche in Campania un referendum di questo tipo potrebbe far bene alla regione: “Se la sfida è quella dell’efficienza, del rigore, della gestione corretta delle risorse, io sono davanti ai nostri amici lombardi e veneti”, soprattutto se si pensa che in alcuni ambiti la Regione Campania viene spesso penalizzata : “La Regione Campania viene privata ogni anno di 250 milioni di euro che vengono sottratti ai servizi e ai nostri concittadini perché considerata la regione più giovane Italia. Questo è un assurdo”.

Un passo che forse anche la nostra Regione dovrebbe pensare ed attuare, in quanto a conti fatti, una maggiore autonomia regionale, potrebbe essere la chiave di svolta positiva per la Campania.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più