Vergogna in Circumvesuviana: vandalizzati i murales di Totò e di Troisi

Questa mattina l’EAV – Ente autonomo del volturno srl ha pubblicato sulla pagina ufficiale facebook le fotografie  dei due murales rispettivamente alla stazione di  Piazza Garibaldi quello di Totò ed a San Giorgio a Cremano quello di Troisi totalmente vandalizzati e deturpati da writers suscitando l’indignazione dei viaggiatori e dei turisti.

I murales sono stati realizzati da artisti della “Street Art” Alita e Wally per quello di Totò inaugurato a fine agosto e  Rosk e Loste per quello di Troisi inaugurato solo ad inizio mese. Queste vere e proprie opere erano state realizzate per poter valorizzare le stazioni e quindi riqualificarle rendendole uniche al mondo utilizzando quelli che sono i simboli della cultura napoletana.

Il progetto EAV che ha finanziato il progetto ha in programma di continuare con altri murales la missione anche in altre stazioni, ma di certo questo è l’ennesimo esempio di degrado di una parte della popolazione che non capisce la portata della valorizzazione del territorio, gente che va contro Napoli stessa e che sembra non averla a cuore.

“Napoli è la città del mare, del sole e della pizza”, ma atti vandalici di questo genere indicano che purtroppo ci sono ancora tanti problemi da risolvere per poter definire questa città “Unica” in tutti i sensi.

Potrebbe anche interessarti