Reggia di Caserta, crollo nella stanza delle Dame: cede una parte del soffitto

Crollo alla Reggia di Caserta. Ieri mattina, nella “Stanza delle Dame”, ha ceduto una parte dell’intonaco nei pressi della finestra. Per fortuna, nessuno è rimasto ferito ma il percorso di visita è stato leggermente modificato.

La notizia ha fatto parecchio scalpore, oltre che il giro dei tg nazionali, vista l’importanza culturale e simbolica della reggia vanvitelliana.

Su Facebook, in una nota, La Reggia di Caserta ha spiegato così l’accaduto: “Si può supporre che si tratti dell’esito di un rifacimento integrale compiuto dopo un terremoto negli anni ’30, che non ha ben aderito al supporto, e degli interventi di rafforzamento eseguiti nel 1985, quando ancora si realizzavano iniezioni di cemento che nel tempo si sono rivelate talvolta incompatibili con la calce. Purtroppo tali problematiche, che non hanno comunque alcun rilievo strutturale, non sono visibili dall’esterno, tant’è che non si erano registrati segnali di distacco nei mesi scorsi quando per la prima volta sono state redatte le schede di rilievo dello stato di conservazione delle finiture interne delle sale dell’appartamento storico. La prossima settimana affideremo il lavoro di ripristino”. 

Da oggi i tecnici compiranno analisi più approfondite, consultando il software della stabilità degli aggetti lapidei, con sensori che rilevano eventuali micro-movimenti, che è stato installato dopo il recente restauro della facciata, per verificare se c’è stata qualche vibrazione in coincidenza del crollo.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più