Pc e cellulari di tutto il mondo vulnerabili: a rischio i dati personali. Come difendersi

Meltdown e Spectre sono i nomi che sono stati dati a delle vulnerabilità scoperte nei chip Intel, ARM e AMD. Tali bug possono permettere di colpire i PC degli utenti, sottraendo loro informazioni personali e dati sensibili come password e altro. Il problema è molto vasto in quanto oltre a colpire i pc potrebbe colpire anche i dispositivi mobili. Tuttavia c’è una “buona notizia”. Appena scoperto l’errore sia Intel, ARM e AMD sono corse ai ripari, pensando di poter risolvere – o almeno ridurre – il problema attraverso delle patch software.

Gli attacchi possono verificarsi attraverso dei semplici script Javascript all’interno di una pagina web, e molte software house sono già corse ai ripari per proteggere sistemi operativi e browser: questi aggiornamenti permetteranno di mettere al sicuro il pc dagli attacchi. Per quanto riguarda Chrome il prossimo 23 gennaio 2018, Google rilascerà una nuova versione del browser. Sino ad allora, gli utenti possono attivare un efficace ad-blocker per bloccare eventuali script malevoli seguendo questi semplici passaggi:

Avviare Chrome sul PC; Nella barra degli indirizzi in alto, inserire chrome://flags/#enable-site-per-process e premere INVIO; Cliccare su Abilita accanto a “Strict site isolation”; Cliccare su “Riavvia ora”. In questo modo si migliorerà la sicurezza caricando ogni sito all’interno di un processo separato. Tuttavia questa modalità aumenterà il consumo di memoria del browser.

Per quanto riguarda Firefox delle modifiche all’interno della versione 57 del browser ma nel frattempo si consiglia di dotarsi di un buon ad-blocker. Per Internet Explorer e Edge, Windows ha già avviato la distribuzione di una patch che va a mitigare il problema. Questo aggiornamento è disponibile soltanto per Windows 10 e gli altri sistemi di windows dovranno attendere sino al prossimo martedì.

La Apple ha fatto sapere che ha già introdotto alcuni correttivi all’interno di MacOS 10.13.2, ma sono previste ulteriori novità con il rilascio di MacOS 10.13.3. Infine per i dispositivi Android, Google ha comunicato che le patch di gennaio mitigheranno queste problematiche ed in futuro arriveranno ulteriori correttivi. In conclusione possiamo dire che per proteggersi da Meltdown e Spectre è necessario installare subito tutti gli aggiornamenti di sicurezza disponibili che saranno rilasciati nelle prossime ore o nei prossimi giorni.

Potrebbe anche interessarti