Aggressione Arturo, la mamma di uno degli indagati: “Mio figlio è pulito”

Nella puntata di “Chi l’ha visto?” andata in onda ieri sera si è nuovamente parlato dell’aggressione subita da Arturo a via Foria. Al momento in carcere c’è solo uno dei ragazzini che hanno accoltellato il 17enne mentre c’è sono un secondo indagato. Proprio  questo minore che ha dichiarato, durante il programma, che era a lavoro quando è avvenuta l’aggressione.

Lo conferma anche il suo datore di lavoro, Lucio Ferrigno, maestro dell’arte presepiale a San Gregorio Armeno, intervistato dalla trasmissione, che è certo che era con lui al laboratorio, aggiungendo che in centinaia l’hanno visto. Il ragazzo lavora come apprendista maestro pastoraio e sul ragazzo in carcere dichiara che lo frequentava un anno fa poi da quando ha iniziato a lavorare non l’aveva più visto.

Anche la mamma del ragazzino indagato ha parlato alle telecamere del programma di Rai 3: “Spero prendano presto gli altri responsabili perché mio figlio non era neanche lì. Sono malata, non posso subire questi colpi. Sto aspettando che ‘o purpo se coce ‘int a ll’acqua sua’, poi andrò io a fare una bella denuncia nei confronti di chi ha detto che mio figlio era coinvolto. Lui è un ragazzo pulito”.

È poi intervenuta anche Maria Luisa Iavarone, madre di Arturo: “Mi auguro davvero che il figlio di quella signora non sia coinvolto. Ma a quel punto il quartiere deve essere coeso e indicare i reali responsabili. Sembra assurdo che in una strada affollata nessuno abbia visto. Mi auguro che quel ragazzo riconosca i reali responsabili”.

IL VIDEO

Potrebbe anche interessarti