36enne viveva incatenato al letto: la famiglia non voleva che uscisse di casa

CarabinieriUn uomo di 36 era costretto a stare in casa, incatenato al letto e all’armadio: è successo a Saviano, dove una coppia di genitori sessantenni aveva messo in piedi questa sistema per evitare che il figlio uscisse di casa in quanto affetto da psicosi.

Nell’assurda vicenda è coinvolta anche l’altra figlia 35enne. I tre tenevano il povero 36enne legato con due lucchetti, uno al letto, l’altro all’armadio. I carabinieri del comando di Nola attraverso un controllo nella casa hanno così scoperto quanto accadeva e arrestato madre, padre e figlia.

Le condizioni della casa, come riferito dai militari, erano di degrado assoluto e in estreme condizioni igieniche. L’uomo che era incatenato è stato dapprima soccorso dai medici del 118 per le prime cure e poi trasportato in ospedale. I tre fermati sono incensurati e si trovano ora nelle case circondariali di Poggioreale e Pozzuoli con l’accusa di sequestro di persona aggravato e maltrattamenti in famiglia.

LEGGI ANCHE
Saviano: "Milano e Napoli due Italie diverse"

Potrebbe anche interessarti