Napoli, debiti estinti entro il 2032 e vendita di case: il piano di De Magistris

E’ stato approvato dalla giunta comunale il nuovo piano di riequilibrio finanziario pluriennale. Il documento definitivo arriverà in consiglio comunale lunedì 19. Lo scopo è quello del risanamento dei debiti dell’ente ed il piano sembra indicare il raggiungimento dell’equilibrio finanziario nel 2032. 

Nella prima fase gli interventi saranno a carattere straordinario che ha lo scopo di vendere gli immobili e le quote societarie per recuperare le entrate. La seconda fase invece avrà carattere ordinario. Il sindaco di Napoli recupererà i debiti affidandosi a tre mosse strategiche: riscossione, dismissioni e riscossione.

Secondo il mattino.it,  il comune prevede per il biennio 2018-2020 di incassare 97 milioni e 750 mila euro. nel 2019 invece 52 milioni e 500 mila euro, nel 2020 si prevede un ingresso di 52 milioni e 500 mila euro. Dal 2021 al 2025 si stima che dovrebbero entrare ogni anno 22 milioni di euro all’anno. Ma si dovrà attendere ancora qualche mese per poter vendere all’asta gli immobili.

LEGGI ANCHE
Patto per Napoli, in arrivo 308 milioni per la città: ecco come verranno utilizzati

Potrebbe anche interessarti