Terra dei fuochi, scavo si ferma a causa di gas velenosi sprigionati dal terreno

Fonte: terranuova.it

Lo scandalo Terra dei fuochi che ha portato alla luce anni ed anni di inquinamento, danni ecologici e ambientali che hanno avuto e continuano ad avere ripercussioni negative sulla popolazione. Oggi ad Acerra una delle città più colpite dal veleno contenuto nel terreno è cominciato lo scavo dopo un’attesa di 25 anni. I lavori sono cominciati nella contrada Curcio, una zona periferica di Acerra circondata da abitazioni.

Appena l’escavatrice ha cominciato con i primi buchi, subito si son dovuti interrompere i lavori. Sotto quella terra i rifiuti e le scorie presenti hanno intaccato talmente tanto il terreno da sprigionare gas e veleni di ogni sorta. Dopo il primo ritrovamento di scorie è stato tutto interrotto per evitare che i veleni venissero liberati in superficie e così intossicare la popolazione presente nei dintorni.

Come rende noto il mattino.it, lo scavo dovrà proseguire in presenza delle autorità sanitarie competenti. Anni ed anni di sversamenti illeciti ed incontrollati hanno portato la Terra dei Fuochi ad essere un vero e proprio terreno di morte per la salute della popolazione.

Potrebbe anche interessarti