Tre napoletani scomparsi in Messico: nessuna traccia da 20 giorni

Messico – Da quasi 20 giorni un’intera famiglia di napoletani sembra scomparsa nel nulla in Messico. Raffaele Russo, 60 anni, Antonio Russo, 25 anni e Vincenzo Cimmino, 29 anni, rispettivamente padre, figlio e nipote, si erano trasferiti da qualche anno in Sud America per cercare fortuna. Questa mattina la tv messicana ha dato l’annuncio della loro scomparsa.

I tre napoletani sono stati visti l’ultima volta il 31 gennaio scorso a Tecalitlàn, nello Stato di Jalisco, a 50 minuti da Ciudad Guzmàn. La macchina su cui viaggiavano è stata ritrovata abbandonata dalle autorità locali. I parenti dei tre, che risiedono a Napoli in zona Mercato, si sono messi in contatto con le forze di polizia messicane per aiutare le ricerche ed a breve interverrà nelle indagini anche la polizia italiana.

Secondo le prime e frammentarie informazioni il primo a scomparire sarebbe stato Raffaele Russo. Figlio e nipote si sarebbero recati in un’agenzia di noleggio auto per localizzare il GPS della vettura con cui si era allontanato. Da allora nessuno dei tre sarebbe stato più visto.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più