Sanità, divario Nord-Sud: a Napoli si vive 4 anni in meno. Conta anche l’istruzione

Un’Italia a due facce quella che emerge dai dati dell’Osservatorio nazionale della salute nelle regioni italiane. Lo studio dell’Università Cattolica, ideato dal professor Walter Ricciardi, mette in luce le disuguaglianze in materia di sanità tra Nord e Sud che, inevitabilmente, si ripercuotono anche sull’aspettativa di vita. Basti pensare che a Napoli l’aspettativa è di 80,6 anni, mentre in altre città come Firenze e Rimini si arriva a 84 di media.

Le disuguaglianze vanno a colpire però anche chi è più longevo, con una netta differenza tra gli istruiti e i non, e riguardano, ovviamente, anche l’accesso ai servizi sanitari, soprattutto per la diagnostica. Una foto critica che mette ancora una volta in evidenza la disparità sociale e territoriale del Bel Paese.

Solo guardando alle province di Napoli e Caserta, queste presentano una speranza di vita inferiore di quasi due anni rispetto a quelle del Nord. Inoltre, pare assurdo, ma non lo è, l’incidenza dell’istruzione della persona è notevole, anche se nelle donne è leggermente inferiore la differenza: 77 anni in media per chi ha conseguito un livello d’istruzione basso, mentre si sale ad almeno 82 per chi ha conseguito la laurea.

Alessandro Solipaca, direttore scientifico dell’Osservatorio. ha così commentato i dati: “Il Servizio sanitario nazionale oltre che tutelare la salute, nasce con l’obiettivo di superare gli squilibri territoriali nelle condizioni socio-sanitarie del Paese. Ma su questo fronte i dati testimoniano il sostanziale fallimento delle politiche adottate. Sono troppe e troppo marcate le differenze regionali e sociali, sia per quanto riguarda l’aspettativa di vita sia per la presenza di malattie croniche“.

Infine, non poteva mancare il confronto con altri Paesi europei, con l’Italia che si posizione, con un livello di disuguaglianza minore, alle spalle della Svezia, con il 6,6% di differenza tra i meno e i più istruiti.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più