Brumotti aggredito anche a Palermo: sassi, colpi di pistola e minacce di morte

Palermo – Ieri pomeriggio alle ore 16.00 circa nel quartiere Zen di Palermo, l’inviato di Striscia la Notizia Vittorio Brumotti e la sua troupe sono stati aggrediti durante un’inchiesta sulla droga. L’inviato si trovava nel quartiere per documentare come avviene e da chi è gestito lo spaccio di stupefacenti. Appena usciti dall’auto, lui e i suoi collaboratori sono stati insultati, minacciati di morte e aggrediti con lancio di sassi da un folto gruppo di abitanti del quartiere.

La troupe di Striscia è rientrata nell’auto blindata per ripararsi dagli aggressori, quando all’improvviso il tetto dell’auto è stato sfondato da un pesante blocco di cemento lanciato da un piano alto di una casa. Brumotti nelle scorse settimane è stato contestato ed aggredito anche a Napoli. È accaduto più volte che gli inviati Abete e Burmotti venissero aggrediti e contestati per le loro inchieste.

La portiera dell’auto sulla quale erano è stata perforata da un colpo di arma da fuoco. Brumotti e i suoi collaboratori sono riusciti a mettersi in salvo solo grazie all’intervento della Polizia e dei Carabinieri e non hanno riportato ferite. Tanti messaggi di vicinanza da parte dei fans di Brumotti che su Facebook incoraggiano a continuare la battaglia contro lo spaccio della droga.

Il servizio di Striscia la Notizia realizzato nel quartiere Zen di Palermo luogo dell’aggressione, andrà in onda prossimamente durante il programma Striscia la Notizia in onda su Canale 5.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più