Stupro a Posillipo, assolti due giovani grazie al video in cui la ragazza sorride

Napoli – Sono stati assolti in primo grado nell’ottobre scorso due giovani ragazzi che erano stati accusati di violenza sessuale di gruppo avvenuta nel dicembre 2013 ai danni di una ragazza allora diciottenne. La ragazza aveva denunciato alla polizia di essere stata vittima di uno stupro in un appartamento disabitato di via Manzoni a Posillipo.

Il pm aveva chiesto la condanna a nove anni di carcere per i due giovani che invece sono stati assolti perchè il fatto non sussiste: la ragazza sarebbe stata consenziente durante il rapporto. Come si legge su Il Mattino, i due ragazzi, oggi venticinquenni, sono riusciti a dimostrare la loro innocenza attraverso un video. Il video, fatto con il cellulare, mostra pochi secondi in cui si vedrebbe la ragazza ridere e scherzare e in un atteggiamento che non farebbe pensare ad uno stupro o violenza.

Altro dato inquietante è la descrizione di quel mondo giovanile fatto dai giudici: “La storia vede protagonisti giovani studenti che sono soliti frequentare le aree della Napoli bene e che nonostante godano di un discreto livello socioculturale ed economico, dimostrano tuttavia di non coltivare rispetto e interesse per valori sociali e sentimentali di più alto profilo, quanto piuttosto la propensione a praticare superficiali e occasionali rapporti con coetanei, in una complessiva pochezza e miseria di aspirazioni, intenti e aspettative”.

Potrebbe anche interessarti