Oscar 2018 a “La forma dell’acqua”, c’è anche un po’ di Napoli nella vittoria

Tra domenica e lunedì si è tenuta la tanto attesa Notte degli Oscar 2018 che ha visto la vittoria come miglior film “The shape of water”, in italiano “La forma dell’acqua” che si è aggiudicato anche i premi come “Miglior regista” a Guillermo del Toro, “Migliore scenografia” a Paul D. Austerberry, Jeff Melvin e Shane Vieau e “Migliore colonna sonora” a Alexandre Desplat.

Il film è una storia d’amore tra una donna e un “mostro marino” creato ad hoc da un gruppo di artisti. Una particolarità che non tutti sanno è che a contribuire alla realizzazione dell’anfibio c’è stato un concept artist napoletano. Si tratta di Luca Nemolato, 26 anni, che da 7 anni vive a Los Angeles dove si è trasferito dopo il diploma di liceo artistico.

Ai microfoni del Tg2 ha rilasciato alcune dichiarazioni sull’esperienza: “Lavorare con Guillermo del Toro è stata un’esperienza formativa e anche spaventosa all’inizio”. L’arte del concept artist è poco conosciuta in Italia, è un mix di disegno, pittura, scultura e tecniche digitali.

Nemolato racconta perchè è emigrato in America per realizzare il suo sogno: “C’è una meritocrazia molto forte ed è quella che mi ha permesso di andare avanti quando nessuno mi conosceva”. Sul mostro protagonista del film dice: “La creatura è stato un lavoro di gruppo, mi sento uno dei papà, ce l’ho molto a cuore. Quando abbiamo lavorato al progetto eravamo tutti eccitati di lavorare con del Toro”.