Omicidio di Pamela, arriva la confessione: “Sono stato io, ho fatto tutto da solo”

pamela mastropietro

Il caso di Pamela Mastropietro, la 18enne fatta a pezzi e chiusa in due trolley, poi ritrovati a Macerata, sembra essere arrivato ad una svolta importante con Innocent Oseghale, finito in carcere per l’accaduto, che ha ammesso l’omicidio.

Infatti, durante un colloquio avuto con la compagna, come riporta il Resto del Carlino, il nigeriano avrebbe detto: «Ho ucciso io Pamela, e ho fatto tutto da solo».

L’uomo ha sempre sostenuto di avere incontrato Pamela ai giardini mentre questa cercava una dose di eroina e di averla messa in contatto con Lucky Desmond, di averla ospitata, ma di essere scappato quando si è sentita male.

Oseghale avrebbe sostenuto di aver agito da solo, ma la cosa non convince gli investigatori che continuano ad indagare per ricostruire l’esatta dinamica dei fatti.  Intanto, il tribunale del riesame non ha accolto il ricorso per la scarcerazione degli altri due nigeriani fermati, Lucky Desmond e Awelima Lucky.

Potrebbe anche interessarti