Teo Teocoli ricorda Necco: “Il mio Caccamo era ispirato a lui”

felice caccamo

Roma – “Caro Luigi, mi mancherai. Ti faccio una promessa, ti riporterò la giacca azzurra”. Teo Teocoli ricorda così Luigi Necco, storico volto di 90mo Minuto al quale il popolare imitatore si ispirò per uno dei suoi personaggi più noti: Felice Caccamo. Oltre alla capigliatura fulva, agli occhialoni anni ’60, era proprio quella giacca azzurra troppo stretta, abbinata alla cravatta con il Golfo di Napoli, a rendere inconfondibile il giornalista napoletano di Mai dire gol.

“I miti di Caccamo erano, oltre a Necco, Giuseppe Bruscolotti e Bruno Pesaola, tutti personaggi che hanno fatto la storia del calcio a Napoli – sottolinea Teocoli in un’intervista con l’ANSA -. Luigi è stato il primo a raccontare lo sport in un modo diverso, alla sua maniera. In quegli anni erano tutti molto seri, mentre lui suscitava simpatia. Era sempre pronto alla battuta, per questo a Napoli lo amavano. Resterà nell’immaginario collettivo l’immagine dei bambini che gli correvano dietro, l’immagine della felicità”.

Potrebbe anche interessarti