Molotov alla Federico II: l’autore dell’incendio secondo gli investigatori

Federico II Napoli

La Questura di Napoli continua ad indagare sull’incendio doloso che ieri ha colpito un ufficio amministrativo dell’Università Federico II. Si lavora, quindi, per cercare l’autore dell’insano gesto con l’innesco di una molotov.

La Digos sta valutando tutte le informazioni che ha raccolto ieri, senza escludere alcuna ipotesi. Si potrebbe trattare, infatti, sia di un gesto di un balordo o sia di una ritorsione, sia un gesto di matrice politica interna o sia di una bravata. Solo su una cosa non c’è dubbio: chi ha colpito conosceva bene i luoghi, le vie di fuga e le abitudini dei dipendenti, approfittando anche del fatto che la zona non è video sorvegliata.

LEGGI ANCHE
A Napoli nasce un robot per aiutare i malati di Alzheimer

Oggi le attività sono riprese regolarmente, ma lo spavento per i dipendenti dell’ateneo è stato grande perchè senza l’intervento tempestivo della vigilanza le conseguenze sarebbero potute essere peggiori, ma anche per la facilità con la quale chi ha colpito ha raggiunto gli uffici.

Potrebbe anche interessarti