Il Tar sconfessa il Comune di Napoli e dà ragione ai baretti: “Sì ai tavolini all’aperto”

Il Tar sconfessa il Comune di Napoli. Il titolare del locale “H2No” vince la sua personale battaglie ed ottiene, nuovamente, la possibilità di esporre tavolini all’esterno del proprio locale. Lo ha deciso il Tar della Campania che, con un’ordinanza, ha sospeso il provvedimento di annullamento della concessione di suolo pubblico.

Inoltre, il Comune di Napoli è stato condannato a pagare le spese legali, calcolate in 750 euro. Al ricorso presentato dal locale di via Bisignano, molto probabilmente, faranno seguito quelli di altri titolari. Il Suap (sportello unico attività produttive) del Comune di Napoli, infatti, aveva annullato la concessione di suolo pubblico anche al “Wild”.

Si profila, insomma, un ricorso in massa da parte dei titolari di altre attività commerciali di Chiaia, portando ad un effetto a catena. In buona sostanza, il Tar ha sconfessato il Comune che, come si legge dall’ordinanza di sospensiva, ha arrecato un grave danno all’attività commerciale.

Potrebbe anche interessarti