Napoli. Picchia compagna e figlia di 4 anni, vicino la “panchina rossa”

Un nuovo caso di violenza sulle donne si è verificato a Napoli, proprio nei pressi del simbolo contro tale violenza: la “panchina rossa” installata in via Alessandro Poerio. Un uomo, infatti, già noto alle forze dell’ordine ha aggredito la compagna e la figlia, di appena 4 anni, che sono state medicate al pronto soccorso dell’ospedale Cardarelli e al Santobono. Per loro prognosi rispettivamente di 21 e di 6 giorni.

L’aggressore, come riporta La Repubblica, è stato condotto nel carcere di Poggioreale, mentre per le due vittime sarà attivato il percorso rosa del Centro Dafne, protocollo dedicato alle donne vittime di violenza con assistenza fisica e supporto psicologico.

Il gesto, nato da futili motivi, è stato l’ultimo di una lunga serie che ha visto la donna bersaglio fisso dell’uomo fin dall’inizio della convivenza, anche nel periodo della gravidanza. La dinamica è stata ricostruita dagli agenti della Polizia municipale di Napoli intervenuti sul posto,

L’uomo dopo un diverbio con la donna ha strappato dalle braccia della madre la bambina e l’ha scaraventata a terra per poi scagliarsi contro la compagna con calci e pugni. Le urla hanno attirato gli agenti della vicina stazione di Polizia municipale che hanno fermato l’uomo nonostante la sua resistenza e gli ulteriori tentativi di avventarsi nuovamente sulle donne.

Potrebbe anche interessarti