Facebook: nuove restrizioni per i minorenni e per la privacy. Che cosa cambia

Importanti novità sono state introdotte da Mark Zuckerberg nell’utilizzo di Facebook. Il social network più utilizzato al mondo, ma anche quello più discusso a causa dei diversi problemi che in passato ha causato, ultimo quello riguardante l’uso indiscriminato e illecito di alcuni dati personali, ha deciso di darsi una regolata.

L’ultima novità entrerà in vigore dal 25 maggio e consiste nel limitare l’accesso ad informazioni pubbliche ai minorenni iscritti su Facebook se non sotto consenso dei genitori. Una limitazione imposta dal nuovo Regolamento europeo sulla protezione dei datiA ciò si aggiungerà anche il divieto di utilizzare il riconoscimento facciale fino alla maggiore età e limiti alle informazioni personali condivise, come la città natale, giorno di nascita, le opinioni religiose e politiche e vari altri titoli. Inoltre per evitare nuovi scandali e tutelare la privacy degli iscritti, verranno introdotti nuovi mezzi di monitoraggio dei dati personali.

Inoltre per chiarire qualsiasi dubbio, la società gestita dall‘ingegnoso Mark presenterà un nuovo centro globale di risorse online dedicato ai ragazzi, facendo più educazione per rispondere a ogni tipo di domanda sulla gestione della privacy.

Potrebbe anche interessarti