Arrestato per terrorismo a Napoli: era pronto a lanciarsi con l’auto contro la folla

Carabinieri

Un uomo del Gambia è stato arrestato dopo un ‘indagine antiterrorismo di polizia e carabinieri, su ordine della Procura partenopea. L’uomo, un 22enne immigrato di nome Alagie Touray, è accusato di associazione terroristica e di aver progettato un attentato.

Il fermo è stato eseguito all’uscita della moschea di Licola, dopo il ritrovamento di un video compromettente nel quale l’uomo ha giurato fedeltà ad Al Baghdadi. Secondo le indagini e gli interrogatori post arresto, sarebbe emerso che in una chat Telegram l’uomo avrebbe scritto di essere in missione e pertanto di pregare per lui.

Inoltre, avrebbe ammesso non solo il montaggio del video incriminato, registrato nel centro accoglienza di Pozzuoli dov’era da circa un anno, ma anche che gli è stato ordinato di lanciarsi con “un’autovettura contro la folla”, anche se ha spiegato di non aver alcuna intenzione di compiere il gesto terroristico.

Touray, sbarcato a Messina un anno fa, aveva richiesto asilo politico in Italia, ma questa richiesta era ancora in fase di valutazione. Tutti i dettagli sono stati resi noti, in una conferenza stampa, dal procuratore di Napoli Giovanni Melillo, che ha invitato a non enfatizzare la notizia, insieme al capo della polizia Franco Gabrielli e il comandante interregionale dei carabinieri Vittorio Tomasone.

Potrebbe anche interessarti