Cori contro Napoli: Samp multata, ma ADL minaccia di far uscire i giocatori dal campo

L’episodio di domenica sera che si è consumato al Luigi Ferraris ha ulteriormente inasprito l’intollerante questione che concerne i cori offensivi, beceri e razzisti che riecheggiano allo stadio. Il Napoli non ce la fa più. E’ diventata una routine e un’abitudine insana che ha reso l’atmosfera insostenibile. Subire in quasi tutte le gara disputate in trasferta “Vesuvio lavali con il fuoco” o “Napoli colera”, è una contingenza abituale che comincia a pesare troppo.

Lo stesso Sarri durante la gara ha per primo palesato segnali di nervosismo denunciando prima dell’episodio eclatante quei cori disgustosi. Eppure la cattiveria è stata tale ed esternata all’unisono che l’arbitro Gavillucci ha dovuto sospendere la gara per tre minuti.

Questa volta non si è fatto finta di non sentire. Per tale motivo la Sampdoria rischia davvero tanto: una multa di 142 mila euro con l’aggiunta di altri 20 mila e sicuramente la chiusura della curva Sud.

Punizioni monetarie che non basteranno di certo a fermare questa consuetudine denigratoria verso il Napoli. Per tale motivo come riporta anche La Repubblica, il presidente Aurelio De Laurentiis non resterà più fermo a subire questi cori. Infatti a breve contatterà la Lega Calcio per richiedere non solo interventi più duri ma se questo non basterà sarà pronto a fare uscire dal campo i suoi giocatori, rifiutando di continuare la gara, fino a quando i cori non cesseranno.

Potrebbe anche interessarti