18enne pestato da coetanei senza motivo. La sua prof.: “Mi ha chiesto perché…”

Foto di repertorio

Un altro spiacevole episodio di violenza tra giovanissimi si è verificato a Salerno, al liceo scientifico “Da Vinci”. Nell’ultimo giorno di scuola, che dovrebbe essere una festa per tutti i ragazzi, soprattutto i maturandi, un 18enne è stato aggredito con calci e pugni da quattro coetanei provenienti da un altro istituto.

Il giovane, ferito e dolorante, è stato soccorso dalla professoressa Pina Masturzo, che ha allertato il 118.

Il 18enne, trasportato all’ospedale “Ruggi d’Aragona”, è stato dimesso con quattro punti di sutura al labbro.

Sconsolata la professoressa Masturzo, che si è sfogata su Facebook: “Mi sono ripromessa di non parlarne a caldo, ma non ci riesco, perché non capisco, veramente non capisco. E non so cosa rispondere al mio ragazzo che, in ambulanza verso l’ospedale, mi chiede perché. Perché, mentre scende da scuola, l’ultimo giorno che dovrebbe essere una festa, un saluto per tutti, 4 energumeni di un altro istituto lo aggrediscono a calci e pugni, 4 contro 1, che bel coraggio, contro un ragazzo che non gli ha fatto assolutamente niente, che non reagisce, per fortuna, evitando conseguenze peggiori. Dolorante, amareggiato, confuso per le botte, mi chiede perché, mentre lo accompagno e sul lettino del pronto soccorso. E io, come lui, non lo so. Veramente non lo so”.

IL POST

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più