Terra dei Fuochi, rifiuti utilizzati per fare strade: scoperta una discarica abusiva

Foto di repertorio

Un cumulo di rifiuti utilizzati come sottofondo stradale per ampliare la corsia di decelerazione che serve ad immettersi in un’area di servizio in fase di allestimento sulla strada statale 7 quater, ovvero la Nola-Villa Literno: è quanto emerso da accertamenti dei carabinieri del reparto Noe di Caserta.

Come si legge su Il Mattino, plastica, detriti da demolizione e costruzione, mattonelle e pneumatici fuori uso sono stati trovati e portati via. Il tratto interessato è la Nola-Villa Literno che taglia in due le province di Caserta e Napoli e attraversa la cosiddetta Terra dei Fuochi.

Il Noe di Caserta ha sequestrato Villa Briano nel casertano: si tratta di due aree di circa 2000 metri quadri con quasi 1200 metri cubi di rifiuti e diversi mezzi meccanici utilizzati per operazioni di scavo e trasporto dei rifiuti, per un valore di circa 750mila euro.

È stato accertato dai carabinieri che ad eseguire materialmente i lavori non era la società aversana a cui erano stato affidato l’incarico, operante nel settore edile e movimentazione terra, ma una ditta in subappalto di Giugliano. Quest’ultima operava, dunque, senza autorizzazione.

I dipendenti prelevavano i rifiuti dalle due aree di Villa Briano per poi portarli nel cantiere della Nola-Villa Literno. Sia i rappresentanti sia i dipendenti delle due società sono stati denunciati per reato di smaltimento illecito di rifiuti speciali.

Potrebbe anche interessarti