Napoli, caos per le funicolari chiuse: la questione finisce in Procura

Funicolare Centrale
Funicolare Centrale

Il caos la fa da padrone ormai nel trasporto pubblico di Napoli, colpito soprattutto, in questi giorni, dal cattivo funzionamento delle Funicolari. Si sono fermate per due giorni Montesanto e Chiaia, Mergellina è stata costretta ad anticipare l’orario estivo e quella Centrale ha funzionato a singhiozzo. Un danno per azienda e utenti, che sarebbe causato esclusivamente dal boom improvviso di addetti al personale che si sono messi in malattia. Un boom che puzza di bruciato secondo Anm che, stanca, ha attivato i controlli da parte della Procura con una denuncia.

Vista l’insostenibilità della situazione – scrive in una nota l’Anm – si è proceduto alla doverosa attività di trasmissione all’Autorità Giudiziaria della relazione espositiva dei fatti e della documentazione di supporto, affinché si attivino tutte le procedure giudiziarie di carattere penale volte a tutelare gli interessi degli utenti e dell’azienda. L’azienda ha subito il blocco improvviso degli impianti funicolari per motivazioni indipendenti dalla sua volontà“. Il blocco totale si è verificato anche perchè l’azienda, senza capiservizio a disposizione, è stata costretta a mettere in congedo d’ufficio anche chi a lavoro si è presentato regolarmente.

Dura la reazione anche degli assessori Enrico Panini e Mario Calabrese: “È in atto oramai una strategia della tensione sociale scellerata, scientifica e che ormai solo chi si ostina a non vedere non coglie. Un disegno assurdo e autolesionistico che rischia di colpire definitivamente il lavoro di molti. Stiamo facendo ogni sforzo per salvare l’azienda, ma per colpa di alcuni remiamo controcorrente. La città è costretta a pagare un prezzo altissimo per il comportamento incosciente di un manipolo di dipendenti Anm. L’Amministrazione comunale ribadisce la forte condanna per quanto sta accadendo alle Funicolari. All’esposto all’Autorità Giudiziaria seguiranno giusti provvedimenti“.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più