Il ministro Costa: “20 milioni per la Terra dei Fuochi”. Come verranno utilizzati

20 milioni a disposizione per la Terra dei Fuochi“. A dirlo è il ministro dell’Ambiente Sergio Costa, che proprio ieri ha annunciato l’approvazione del decreto che prevede importanti deleghe al Ministero dell’Ambiente. Intervistato poco fa a Radio anch’io su Rai Radio 1, Costa ha annunciato il recupero di 20 milioni di euro per la Terra dei fuochi, messi a disposizione “per realizzare degli studi finalizzati a mettere in sicurezza il territorio per poi arrivare alle bonifiche“.

Nel corso dell’intervista, poi, Costa ha evidenziato la necessità di alcune integrazioni per la legge sugli ecoreati (legge del 2015) secondo il principio “chi inquina paga“. “Incominciamo ad acquisire ai fini del sequestro e ai fini della confisca i beni degli inquinatori – spiega il ministro -. Quando prendo un inquinatore lo devo far pagare. Non solo con la confisca, ma anche colpendo l’illecito arricchimento di cui ha goduto“.

Un altro esempio può essere il daspo ambientale – spiega Costa – cioè allontanare da certe zone gli inquinatori, che sono dei criminali. Agiamo in termini repressivi ma anche in termini preventivi. E quindi controlliamo i siti sensibili facendo entrare questi siti nel piano di controllo del territorio gestito dalle prefetture e dalle forze di polizia

Potrebbe anche interessarti