Aggredito e picchiato lo scrittore Di Costanzo: la sua “colpa” essere gay

Un nuovo caso di omofobia si è verificato nella notte a Barano d’Ischia. La vittima è il noto scrittore ischitano, ed esponente locale di Rifondazione Comunista, Giorgio Di Costanzo. L’uomo è stato circondato da un gruppo di ragazzi, strattonato, picchiato, scaraventato a terra e insultato per il semplice fatto di essere omosessuale.

Gli autori dell’insano gesto, avvenuto in piazza Mar del Plata in località Testaccio, si sono allontanati, mentre Di Costanzo è stato soccorso dai Carabinieri della stazione San Rocco, giunti sul posto, e trasportato all’ospedale Rizzoli di Lacco Ameno, dove è stato medicato e sottoposto ad altri accertamenti.

Tante le parole di stima e solidarietà rivolte allo scrittore, tra cui quelle di Antonello Sannino, presidente di ArciGay Napoli: “Solidarietà a Giorgio, il clima d’odio leghista rende sempre più insicuro e violento il nostro Paese“.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più