Bellenger: “L’Italia investa su Capodimonte come ha fatto per Pompei”

Reggia di Capodimonte

NapoliSylvain Bellenger, direttore del Museo e del Bosco di Capodimonte, ha rilasciato una lunga intervista a Repubblica in cui spiega il suo piano per far crescere il sito che gestisce: L’Italia deve decidere se puntare su luogo unico in Europa dove si incrociano diverse discipline che attraversano un lungo periodo storico, dal Trecento a oggi: arti visive, cinema, danza, musica, fotografia, cultura ambientale, il digitale. Una summa dell’uomo e della cultura contemporanea. Se l’Italia comprende l’unicità di Capodimonte e il potenziale che non ha paragoni in altri Paesi, allora il bosco e il museo decolleranno”.

Per il direttore l’Italia dovrebbe utilizzare lo stesso sistema utilizzato per Pompei, sfruttando al meglio le occasioni che l’Unione Europea può offrire: “Facendo di Capodimonte una questione nazionale. L’Italia deve candidare bosco e museo come sito di un Grande progetto all’Ue. Questo immenso patrimonio non potrà mai essere al giusto livello se il Paese, tutto insieme, non ne comprende il valore. E lo trasforma, grazie anche a un Grande progetto, in un luogo di cultura unico”.

Poi ha spiegato più in concreto come ha intenzione di procedere: “Abbiamo individuato 3 missioni: una riguarda il patrimonio culturale e il ruolo del museo; la seconda l’ambiente e la terza il digitale. Si tratta di mettere a sistema il bosco e i 17 edifici che sorgono al suo interno. Per alcuni abbiamo già la disponibilità di personalità come Riccardo Muti per la musica napoletana o Mimmo Jodice per la fotografia”.

 

Potrebbe anche interessarti