Israele censura Jorit, arrestato l’artista napoletano: “Aiutateci per favore”

Foto di npmpparty

Jorit è stato arrestato insieme ad un altro italiano dalla polizia di Betlemme, a renderlo noto è lui stesso con un post sui suoi profili social.

E’ successo ieri pomeriggio, l’artista napoletano di origini olandesi stava lavorando alla realizzazione del suo ultimo murale sul muro di separazione israeliano. L’opera ritrae Ahed Tamimi, la diciassettenne palestinese e attivista fu arrestata per aver schiaffeggiato due soldati dell’Idf (Israel defense Forces) che volevano sparare sui giovani che stavano manifestando in strada.

La ragazzina è il simbolo della resistenza palestinese ed è stata da poco scarcerata dopo sei mesi di prigionia, Jorit famoso per i suoi murales napoletani aveva deciso di ritrarre Ahed, emblema di libertà e di coraggio. Nel suo post sui social Jorit chiede anche aiuto, scrivendo: “Siamo stati arrestati a Betlemme, dall’esercito israeliano. Chiunque possa aiutarci, per favore, lo faccia“.

E’ intervenuto anche Luigi de Magistris: “Sul muro dell’apartheid dei nostri giorni un muralista napoletano ha disegnato il volto di Ahed Tamini, la ragazzina palestinese arrestata da minorenne per aver manifestato il legittimo disprezzo contro l’esercito occupante della sua terra. Jorit viene da Napoli, dalla prima città d’Europa che ha visto il proprio popolo sollevarsi contro l’esercito più crudele della storia dell’umanità. Non potrà mai essere un torto raffigurare il bel volto di una giovane eroina palestinese, il torto è invece averla voluta prigioniera, tenere assediato il suo villaggio di provenienza, aver costruito quel muro che separa popoli e crea ingiustizie. Jorit deve tornare subito a Napoli. La sua libertà è questione di democrazia, riguarda tutti. Lo aspetto anche perché abbiamo del lavoro programmato da portare a termine a San Giovanni a Teduccio“.

We are in arrest in betlemme from israeli army Who can help us please do it

Un post condiviso da Jorit (@joritagoch) in data:

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più