Rifiuti in mare, fino a 1000 anni per smaltire una bottiglia: i dati

mare “Impariamo ad aMARE”, è questo il nome della nuova campagna di comunicazione lanciata da GORI. Tema della campagna è il rispetto dell’ambiente in particolar modo del mare. 

GORI, società che gestisce le risorse idriche, con l’inizio del mese principe dell’estate ha pensato di dedicare la nuova campagna 2018 alla tutela del mare, denominata “Impariamo ad aMARE”. Cinque differenti soggetti per una comunicazione leggera, allegra e immediata, dai toni eccentrici e spiritosi, con protagonisti i rifiuti solitamente lasciati sulle spiagge, rivisitati in modo umoristico al fine di evidenziarne la loro biodegradabilità. 

I tempi “lunghissimi” di smaltimento di ogni tipo di rifiuto vengono dunque messi a confronto con il tempo “scarsissimo” che ciascuno di noi ha per godere di un mare pulito, non inquinato e non deturpato dalla nostra superficialità. Un invito ad agire in modo consapevole e attento: i nostri rifiuti non possono invecchiare in mare!

Ma andiamo ad esaminare i tempi di smaltimento dei prodotti di uso comune che solitamente vengono lasciati in spiaggia o in mare.

– Bottiglia di plastica: dai 100 ai 1000 anni
– Lattina di alluminio: dai 20 ai 100 anni
– Sigaretta: 1 anno
– Giornale: 6 settimane
– Pannolino: 450 anni
– Bottiglia di vetro: tempo indeterminato 

E pure basterebbe quel poco di attenzione in più per salvaguardare uno dei beni più preziosi per l’umanità: il mare. Non essere indifferente dinanzi a una bottiglia in spiaggia, raccoglila e ponila nell’apposito cestino anche se a lasciarla per terra è stato qualcun altro.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più