Nuovo scontro Saviano contro Salvini: “Lega complice degli affari della malavita”

Non si arrestano i contrasti tra lo scrittore Roberto Saviano e il ministro dell’Interno Matteo Salvini: l’accusa questa volta è di aver colpevolizzato per anni il Sud Italia di essere mafioso quando la Lega ha governato in città del Nord che stringevano accordi con mafia, camorra e ‘ndrangheta.

Come si legge su Repubblica.it, Saviano contesta ancora un a volta Salvini: “Chieda scusa, ministro, in nome di un partito che ha governato nei territori settentrionali maggiormente infiltrati dalle mafie senza mai chiudere le porte al potere criminale nel Nord Italia. Lo faccia per tutti gli anni in cui il suo partito ha negato l’esistenza delle mafie al Nord, credendo fosse un fenomeno nato da terroni corrotti e incivili, circoscritto all’arretrato Meridione”.

Il “crimine” commesso dalla Lega secondo Saviano è quello di aver colpevolizzato per anni il Sud Italia per la presenza della criminalità organizzata ma allo stesso tempo di aver chiuso gli occhi sull’imprenditoria del Nord che faceva affari con imprese controllate dalle mafie del Sud.

“Per anni lei in prima persona e il suo partito avete commesso il più pericoloso dei crimini: colpevolizzare indistintamente l’intero Sud significava isolare la parte sana che era la parte maggiore, rendendo difficilissimo riconoscere il problema. E mentre vi esibivate in un profluvio di accuse e insulti verso i “terroni tutti mafiosi”, marchiati come portatori di corruzione e sperperatori di denaro pubblico, distoglievate l’attenzione dalla vera questione mafiosa che era tutta di natura economica e ben lontana dal Sud”.

“Chieda scusa per aver criminalizzato tutti i meridionali per anni, mentre l’imprenditoria settentrionale stringeva accordi con imprese controllate da ‘ndrangheta, camorra e cosa nostra. La vostra incompetenza non vi faceva vedere che i soldi delle mafie meridionali andavano in soccorso delle imprese del Nord”.

Saviano poi sottolinea come grazie ai voti del Sud la Lega può governare, tra questi vi sono anche quelli delle famiglie mafiose. Inoltre fa un elenco di casi giudiziari che hanno coinvolto esponenti della Lega e boss della malavita

“Vada Salvini e chieda scusa per tutto quello che la Lega continua a non fare”.

 

Potrebbe anche interessarti